LADY MADONNA di Federica Marchetti  (edizioni Il Foglio, 2012) Di   Madonna   è   stato   detto   e   scritto   tutto   eppure   lei   non   ha   mai   autorizzato   biografie   ufficiali.   Non so   come   le   altre   persone   trattano   i   loro   miti:   io   so   solo   che   a   me,   dopo   averla   seguita   dalle   origini, è   venuta   l’idea   di   scriverci   un   libro.   Non   saprei   dire   quanto   ho   impiegato   a   scriverlo   perché   dentro c’è   tutto   quello   che   so   su   di   lei,   che   ho   letto   su   libri   e   giornali,   ascoltato   in   TV   e   alla   radio,   i   suoi video,   album,   film,   concerti   e   il   materiale   gelosamente   raccolto   e   conservato.   Il   libro   è   un   tributo ma   anche   un   divertissement.   Madonna   è   un’artista   straordinaria   che   ci   ha   fatto   ballare   con   le   sue canzoni   per   tre   decadi   e   lo   farà   ancora   per   tanti   anni   a   venire,   regina   del   pop,   icona   di   stile,   di trasgressioni,   di   buone   e   cattive   intenzioni.   In   tutti   questi   anni,   per   me   Madonna   è   stata   come   una religione,   la   colonna   sonora   dei   miei   momenti   migliori   e   peggiori.   Per   i   suoi   30   anni   di   carriera Madonna   meriterebbe   il   tributo   di   un’enciclopedia   interattiva   in   20   volumi   per   quantità   di   dati   e aggiornamenti.   Questo   è   solo   un   volumetto   agile   e   di   facile   consultazione   con   l’intenzione   di essere un omaggio alla Regina del Pop e un riordino di 28 anni di devozione. “Andai   a   New   York,   avevo   un   sogno:   volevo   essere   una   grande   star,   non   conoscevo   nessuno, volevo   ballare,   volevo   cantare,   volevo   fare   tante   cose,   volevo   fare   felice   la   gente,   volevo   essere famosa,   volevo   che   tutti   mi   amassero,   volevo   essere   una   star,   lavorai   duro   e   il   mio   sogno   divenne realtà” (Madonna 1985).
PRESENTAZIONI & PARTECIPAZIONI:
10 novembre 2012 presentazione presso UPTE (Via SS. Maria Liberatrice, Viterbo) a cura di Cristina Pallotta.
13 luglio 2012 Caffeina: presentazione a cura di Cristina Pallotta (Piazza Cappella).
12 agosto 2012 presentazione alla Caffetteria del Ghetto (Civitavecchia) a cura di Gino Saladini. Interviene Franco Limardi.
8 dicembre 2012 presso Underground (via Palazzina 1) a cura di Stefano Mecorio.
17 aprile 2013 presso Light Bar (via Palazzina 127, Viterbo) a cura di Marina Ioppolo.